Quando mangiare il gelato

Quando mangiare il gelato? Colazione, pranzo e cena!

Quando mangiare il gelato?

La domanda può sembrare banale, ognuno di noi ha una risposta che accontenta il suo gusto.
Ci sono quelli che lo mangiano solo a merenda, quelli che lo sostituiscono con il pranzo, chi non può farne a meno dopo cena, come ultimo sfizio della giornata.

Quando mangiare il gelato? La scelta del momento della giornata è indifferente?

I nutrizionisti non sono di questo avviso e, nonostante il gelato sia considerato un alimento completo, ci tengono a metterci in guardia dai falsi miti e le apparenze legate al dessert più amato dagli italiani.

Gelato a colazione, si o no?Quando mangiare il gelato

Forse è il momento più insolito della giornata per consumare il gelato, a meno di non trovarsi in Sicilia.
Mangiare il gelato a colazione, infatti, è una tradizione siciliana che tuttavia non ha trovato molto seguito in altre zone d’Italia.
I nutrizionisti sul punto sono concordi: il gelato a colazione non è l’ideale, meglio rinviare ad un diverso momento della giornata in favore di una colazione classica, dolce o salata che sia!

Gelato a pranzo o a cena, un’abitudine amica della linea?Quando mangiare il gelato

Quando si arriva a ridosso dell’estate si sprecano gli articoli sulle presunte mode delle star del cinema su diete e abitudini alimentari.
Spesso si sente parlare di “dieta del gelato” per dimagrire, in verità le cose non stanno proprio così ed è bene prestare attenzione ad alcuni aspetti.

Il gelato è un alimento completo da un punto di vista nutrizionale ed è anche altamente digeribile.
Queste caratteristiche, unite al fatto che è gustoso, goloso e pratico da mangiare lo rendono un candidato allettante come sostituto di uno dei due pasti principali, il pranzo o la cena.
Il gelato al latte, poi, è una buona fonte di proteine, calcio e fosforo mentre quello alla frutta è leggero e può essere consumato senza rimpianti anche da chi deve stare attento alla bilancia.

E allora, dove è il problema?

L’abitudine di pranzare o cenare con il gelato non deve prendere il sopravvento su quella che dovrebbe essere una dieta sana, varia e ricca di tanti alimenti diversi.
Mangiare solo un gelato, anche se può bastare da un punto di vista calorico, non porta grande sazietà ed è un comportamento alimentare che, secondo i nutrizionisti, è opportuno concedersi non più di una volta a settimana.

Meglio il pranzo o la cena? Probabilmente la cena, a patto di aver fatto un pranzo sostanzioso e di scegliere un mix bilanciato di frutta e creme per un corretto apporto di tutti i nutrienti.
Se decidi di sostituire uno dei pasti principali con il gelato, il consiglio è quello di arricchire il tuo pasto con una porzione di frutta e verdura e con un panino integrale, fonte di fibre.

Mangiare il gelato come spuntino, la merenda e il fine pasto

Il gelato può essere un eccellente spezza fame ed è indicato per il momento della merenda, soprattutto quella dei bambini.
L’importante è non esagerare nelle quantità e ricordare che i gelati alle creme sono più sostanziosi di quelli alla frutta.

E dopo cena?
Sei un irriducibile goloso che non sa rinunciare al dolce dopo cena?
Scegli il sorbetto di frutta! Gusto garantito e dieta salva!

 

Il gelato è servito: affogato al caffè?

Secondo appuntamento con la rubrica dedicata a come servire il gelato in tavola e rendere il momento del dessert molto speciale, se state pensando di ordinare del buon gelato artigianale su Pronto Gelato qui vi daremo idee divertenti su come presentarlo al meglio una volta arrivato a casa vostra. Avete già letto lo scorso post su come creare un Gelato Party a tavola?
L’argomento di oggi siamo certi vi piacerà, parliamo di un modo di servire il gelato amatissimo da tutti, ovvero “il gelato affogato”.
Cos’è un “gelato affogato”? Si tratta di servire una o più palline di gelato immerse in bevande, calde o no, oppure liquori, creando così un meraviglioso connubio di sapori e consistenze che appaga i sensi e il palato di chiunque.

AffogatoMix
credit: Pinterest

 

Gelato Affogato al Caffè:

L’affogato più classico, l’evergreen, è certamente quello al caffè: preparate il caffè con la moka di fiducia, se siete degli esperti potete preparare anche la sfiziosa cremina a base di caffè e zucchero; una volta preparata la bevanda lasciate intiepidirsi. Nel frattempo prendete il vostro gelato, potete scegliere gusti come cioccolato fondente, stracciatella, vaniglia, nocciola o biscotto, tiramisù; scegliete una bella coppetta, oppure una tazza da tè, o ancora un bicchiere di vetro, mettete nel bicchiere due o tre palline del gelato prescelto e poi affiancategli un bicchierino con il caffè preparato in precedenza. Il bello sarà fare il gelato affogato al caffè sul momento, versando il caffè direttamente sul gelato o lasciando che sia il vostro ospite a versarlo sulla propria porzione.

Gelato Affogato al Liquore:

 

Un’altra ricetta classica è il gelato affogato al liquore, di solito scelto tra quelli più cremosi e avvolgenti come il Baileys, una crema di whiskey, oppure più fruttati come un buon limoncello o una crema di limoncello. Anche in questo caso basta preparare la coppetta di gelato artigianale al gusto che più si abbina alla bevanda prescelta, e poi affiancare la coppetta con un bicchierino di liquore. Il gelato affogato più originale è forse quello che diventa un vero e proprio cocktail, avete mai pensato di preparare una Caipirinha o un Daiquiri, un Mojito, e poi aggiungere una pallina di gelato alla frutta? L’effetto è certamente gustoso e inaspettato, e qui si può giocare con i gusti alla frutta fresca. Anche un Bellini, ovvero un mix di succo alla pesca e prosecco, può essere un cocktail perfetto per un gelato affogato molto gustoso, ed è di facile preparazione.

 

Gelato Affogato per bambini:

 

Le ricette proposte fino ad ora erano sicuramente più adatte agli adulti che ai bambini, ma non possiamo dimenticarci di loro. Per i bambini la scelta migliore è proporre un gelato affogato con il tè freddo ad esempio, o con bevande come la limonata; per un gelato affogato più gustoso e goloso si può preparare della cioccolata calda, da versare tiepida sopra il gelato. In quest’ultimo caso consigliamo di rifinire con una ciliegina o con della granella di meringa.

Come avete visto preparare un gelato affogato è facilissimo e le possibilità sono molte più di quelle che si credano, basta prepararsi per tempo rifornendosi delle bevande adatte e scegliere il gelato pensando ai possibili abbinamenti.
Su Pronto Gelato troverete tante gelaterie artigianali pronte ad offrirvi il prodotto migliore, voi dovete solo scegliere, ordinarlo online e aspettare la vostra vaschetta, consegnata direttamente a casa vostra all’orario stabilito.

 

Buon gelato affogato a tutti!

Gelato Festival 2017

Il Gelato Festival è giunto ormai alla sua VIII edizione, ancora non sapete cos’è?

È il più grande festival dedicato alla gelateria all’italiana, caratterizzata dalla sua artigianalità e dal gusto che la contraddistingue in tutto il mondo.

Partecipare è molto semplice, basta comprare il biglietto online o allo stesso Gelato Festival stesso (attenzione, ha validità giornaliera!) ed immergersi nel mondo del gelato a 360°.Gelato Festival 2017Il biglietto acquistato online ha valore dal giorno di ritiro alle casse del festival, comprato in loco invece semplicemente per quel giorno.

Partecipando al Gelato festival non solo sarà possibile assaggiare i nuovi gusti proposti, sia in gara che fuori concorso, ma ci saranno tantissimi eventi riservati ed attività dedicate al dessert più fresco e amato.
Inoltre, ci sarà anche la possibilità di far parte della giuria popolare e votare il gusto che più ha rapito il cuore!

Ogni città, a colpi di cono, vede sfidarsi un massimo di sedici tra le migliori gelaterie.
Ogni gelatiere vuole vincere per conquistare il titolo di miglior gelato all’italiana.
Oltre ai gusti in gara, gli sponsor creeranno dei gusti nuovi proprio in occasione del Gelato Festival 2017.

Ogni tappa avrà un vincitore che, insieme a quelli di tutte le tappe, si sfideranno in una finale all’ultima coppetta per decretare il vincitore europeo.

Prendete penna e foglio e segnatevi le date:

  • Firenze 21 – 24 aprile;
  • Roma 29 aprile – 1 maggio;
  • Torino 25 – 28 maggio;
  • Milano 1 – 4 giugno;

Ma ci saranno tappe del Gelato Festival 2017 anche in Inghilterra, Germania e Polonia.

La finale, che incoronerà il Re o la Regina assoluta del gelato all’italiana si terrà a Firenze dal 14 al 17 settembre.
Ma perché proprio a Firenze? Il gelato è nato proprio li, nel 1559 dal genio di Bernardo Buontalenti che alla corte De’ Medici servì la prima crema fredda a base di latte e di miele!

Il Gelato Festival quindi, non può che iniziare e finire con Firenze.

 

Il gelato è servito: Gelato-party!

Il gelato è uno dei dessert più gustosi e più amati, mette d’accordo tutti a tavola e fa un gran figurone quando si è tra amici, nelle serate formali come in quelle informali.
Crema, cioccolato, stracciatella piacciono alla nonna come al nipote, i gusti alla frutta sono freschi e puliscono il palato dopo cene o pranzi impegnativi; insomma il gelato è il dolce perfetto, simbolo di allegria, semplicità e convivialità.
E quando  la “materia prima”, ovvero il gelato, è artigianale e di alta qualità come quello consegnato a domicilio da Pronto Gelato, l’occasione diventa ancor più speciale.

Come servire il Gelato a Tavola?

Ammettiamolo, il gelato è buono ma non è facile da servire!
C’è chi sceglie di mettere in tavola la vaschetta così com’è, ma c’è anche chi magari vorrebbe fare qualcosa di più creativo e magari rendere tutto più divertente e gustoso.

Per servire a tavola il gelato con fantasia e ottenere un effetto wow, ci vuole davvero poco, basta ovviamente seguire i consigli e gli spunti giusti.
Noi ve ne daremo un po’, sperando di farvi cosa gradita e darvi un po’ di idee su come rendere il momento del dessert una vera festa.

GelatoParty
Credit immagine: Pinterest

 

Iniziamo con un’idea semplice: Gelato-Party!

Avete ordinato la vostra vaschetta di gelato mille gusti, abbiamo un po’ di tutto, le coppette ci sono, i cucchiaini pure, ma per dare un po’ di sprint al dessert ci vuole qualcosa in più.
Ecco lo sprint: prendete un bel piatto da portata o tanti piattini, ciotoline o vasetti di vetro, bicchieri; riempiteli di cialde, pezzi di frutta fresca, scaglie di cioccolato fondente, canditi, granella di nocciole o meringa, il tutto ben disposto al centro del tavolo, alla portata di tutti e invitate i vostri ospiti a personalizzare il proprio gelato come meglio credono.

Servire il gelato in tavola in questo modo scatenerà l’allegria e sarà una bella sorpresa, l’effetto wow è assicurato, come pure il divertimento.
Ogni ospite, grande o piccino, si farà guidare dalle proprie papille e personalizzerà il proprio gelato come meglio crede; in pochi minuti vedrete bambini felici, adulti soddisfatti e coppette straripanti di frutta, cialde, e chi più ne ha più ne metta.

Il bello è che potete sperimentare, come topping per il gelato potete usare ciò che volete, dai biscotti sbriciolati, fino al cioccolato bianco fuso, piccole caramelle, amarene in sciroppo, e gli abbinamenti creeranno effetti sempre diversi.

Bene, adesso non vi resta che sperimentare, ordinate il vostro gelato a domicilio su Pronto Gelato, preparate topping e coppette e sorprendete i vostri ospiti con un Gelato-Party.

Buon Gelato a tutti!

 

Cosa significa sognare il gelato?

Sognare un gelato è uno dei sogni più comuni, ma vi siete mai chiesti cosa significa?

L’interpretazione dei sogni è una delle maggiori opere di Freud, padre fondatore della psicoanalisi modernamente concepita.
Da allora, nei libri ma anche sul web, si trovano moltissime interpretazioni sui sogni, specialmente a tema cibo.

Quelle sul gelato racchiudono un mondo che può spaziare a seconda del gusto di gelato, consistenza, colore ma anche se lo si mangia in compagnia o no.
Sognare un gelato rappresenta sicuramente un simbolo ambiguo, va a racchiudere proprio gli opposti come il piacere e il gelo, l’attrarre e l’essere attratti e così via.

sognare gelatoPuò simboleggiare dei limiti auto imposti dietro i quali si nascone la propria vulnerabilità ed insicurezza.
Sognare di desiderare un gelato però può anche indicare il bisogno di quiete e di spazio, la voglia di non farsi coinvolgere in forti emozioni, la ricerca della pace emotiva tanto ambita.
In generale però è un buon segno, presagisce successo, incontri piacevoli, soddisfazione, prosperità ma anche felicità ed amore.
Vedere, poi, nei nostri sogni bambini che mangiano gelato significa prosperità e felicità che ci accompagnerà per tutta la vita.

Per Freud mangiare il gelato significa amare la vita e ottenere piacere da soli, riuscire quindi a trarre dalla propria solitudine un grande punto di forza.
Mangiare il gelato sciolto invece, significa che il sognatore sta cercando di rivivere qualcosa che in realtà è morto da tempo, che ha nostalgia di qualcosa passata.

Sognare il gelato: ogni gusto ha una sua interpretazione.

  • Sognare gelato alla crema significa illusioni ingannevoli;
  • sognare gelato ghiacciato significa che ami la vita e vuoi ottenere il piacere da solo;
  • Sognare gelato al caffè vuol dire avere amici influenti;
  • sognare gelato alla vaniglia significa illusioni;
  • sognare gelato alla frutta simboleggia ritardo nei pagamenti;
  • sognare un cono gelato significa che si passeranno bei momenti con qualcuno del sesso opposto;
  • sognare gelato alla fragola ricollega direttamente alla passione, visto il colore rosso delle fragole;
  • Sognare gelato al limone simboleggia le difficoltà, l’asprezza, la fatica;
  • sognare gelato al cioccolato indica il bisogno di gratificazioni, attenzioni, pienezza nelle emozioni.

I sogni sono una parte importante della nostra vita.
E se davvero il modo per accedere al nostro subconscio è proprio mediante i sogni?

Pronto Gelato torna in pista!

ProntoGelato e il suo servizio di consegna a domicilio del Gelato Artigianale riparte, la Primavera dopotutto riapre la stagione di uno dei dessert più amati al mondo!

I servizi di delivery hanno reso le nostre vite molto più semplici, si può ordinare di tutto ormai, dallo shopping al cibo, eppure ci sono ancora dei prodotti che non sembrano prestarsi a questo tipo di consegna. Il gelato potrebbe sembrare proprio uno di questi, il fatto che sia un prodotto freddo e le sue modalità di conservazione potrebbero far credere che non sia possibile ordinarlo a domicilio, ma noi di ProntoGelato abbiamo trovato la soluzione.

 

pronto gelato, gelato a domicilio

ProntoGelato supera questo limite!

Grazie al nostro servizio di delivery pensato per il gelato e per le sue caratteristiche, puoi ordinare a domicilio e in tutta comodità il tuo gelato artigianale preferito.
L’artigianalità del prodotto è uno dei nostri punti di forza, insistiamo molto sulla selezione delle nostre gelaterie perché chi sceglie di consegnare con noi deve dimostrarci di produrre il vero gelato artigianale. E noi vogliamo offrirvi il meglio. 

Abbiamo unito un prodotto di alta qualità ad un servizio di consegne puntuale, per un mix che è un’esplosione di gusto freschissimo!

 ProntoGelato, ordina il tuo gelato artigianale quando vuoi!

Nei servizi di consegna a domicilio solitamente non è possibile prenotare con anticipo la consegna.
ProntoGelato è pensato per poter pianificare la consegna anche con anticipo!
Grazie al nostro servizio, infatti, potrai ordinare la tua vaschetta di gelato artigianale sia in caso di ospiti imprevisti o voglia matta di cioccolato dell’ultimo minuto sia qualche giorno prima di una cena organizzata da tempo.

Interessante, non credi?

Selezioni la tua città, la gelateria che preferisci, i gusti che desideri e decidi il giorno e l’orario di consegna.
Garantiamo la massima freschezza del prodotto, che arriverà a casa tua come appena uscito dalla gelateria!

ProntoGelato: fresco, artigianale, a domicilio!

Curiosità sul gelato, cose che ancora non sai!

Tradizionale simbolo dell’estate, viene consumato in ogni stagione ed in qualunque momento della giornata: il gelato mette d’accordo tutti, grazie ad una grande varietà di gusti e formati.

Coppetta per chi è razionale e molto dotato di self control e cono per chi invece non resiste alle voglie. Con la panna o senza rinunciare a una colata di cioccolato, il gelato ci riporta tutti all’ingenuità dell’infanzia, regala la riscoperta dei sapori e riaccende il lato ludico del gusto.

Per noi  “gelato” è solo quello artigianale, veramente artigianale (prodotto senza additivi): niente sciroppi, proteine in polvere, uova pastorizzate o prodotti semilavorati. Ma il gelato fa anche bene?

Ecco le dieci curiosità “salutari” sul gelato. Quante ne sapete?

  1. Il CIOCCOLATO FONDENTE è super!Contiene sostanze antiossidanti, vitamine tra cui la B3, minerali come il magnesio e molecole che ci aiutano a mantenerci in forma
  2. I MIRTILLI hanno un effetto antiossidante più potente di qualsiasi frutto fresco
  3. Le NOCCIOLE, come tutta la frutta secca, contengono grassi buoni e vitamina E che fanno bene alla nostra pelle e ai nostri capelli, sono ricche di nutrienti, ottime per chi fa sport e come ricostituenti
  4. Le MORE contengono vitamina C ed E, diverse sostanze antiossidanti e salicilati
  5. I PISTACCHI sono molto nutrienti e corroboranti, contengono vitamine, sali minerali, proteine e grassi “buoni”, una fantastica merenda per chi ha bisogno di energia
  6. Le FRAGOLE e i LAMPONI contengono fibra, sali minerali e più vitamina C delle arance, sono due delle principali fonti di acido ellagico, antiossidante e antitumorale, hanno potere depurativo dell’organismo e inoltre, come tutti i frutti di bosco, hanno pochi zuccheri per cui vanno bene anche per i diabetici

La storia del gelato, dal pollivendolo al primo mastro gelataio!

Secondo uno studio su un campione eterogeneo di consumatori di gelato dai 16 ai 60 anni, residenti nelle grandi città del nord, centro e sud, non sembrano esserci dubbi: il gelato piace quattro volte e in quattro diversi modi.

Primo perché ha un buon sapore dolce, invitante e appagante. Secondo perché è fresco e ci rinfresca, trasferendoci, soprattutto quando fa caldo, una sensazione di benessere.

Gourmet Gelato

Il vero boom del gelato in Italia si ebbe con il Rinascimento (XVI secolo), con importanti nomi che ne segneranno la storia futura.
Primo tra tutti fu tale Ruggeri, un pollivendolo e un cuoco a tempo perso fiorentino che si presentò ad una gara tra i migliori cuochi della Toscana indetta dalla Corte dei Medici, con tema “il piatto più singolare che si fosse mai visto”. Ruggeri decise di prendere parte al concorso preparando un “dolcetto gelato” con ricette ormai quasi dimenticate: il suo “sorbetto” finì con il conquistare tutti i giudici e così lui e la sua ricetta diventarono subito molto famosi in tutta la regione, e richiesti ovunque.
Anche Caterina de’ Medici, alla partenza del viaggio che l’avrebbe poi vista sposa del futuro Re di Francia, il duca Enrico d’Orleans, volle portare con sé Ruggeri, che considerava l’unico pasticciere in grado di umiliare i francesi. Portato così a Marsiglia, durante il banchetto di nozze, Ruggeri fece conoscere ai ricchi francesi il suo famoso gelato, la cui ricetta era “ghiaccio all’acqua inzuccherata e profumata”.
Questo era il 1533, quando il famoso pasticcere cominciò a dare libero sfogo alla sua fantasia culinaria, creando piccole miniature e nuove forme di gelato, arrivando però ben presto a farsi odiare da tutti i cuochi della capitale per la sua maestria. Fu così che un giorno decise di scrivere la famosa ricetta segreta e di farla recapitare a Caterina con un ultimo messaggio di congedo, dove diceva di ritornare ai suoi polli abbandonando tutta quella fama che lo aveva reso oggetto di troppe ostilità. A questo punto cuochi e pasticceri al seguito di Caterina de’ Medici si ritrovarono la fortuna di poter diffondere il gelato in tutta la Francia.
Sempre a Firenze nel ‘500, il famoso architetto scultore e pittore Bernardo Buontalenti, che aveva la passione per la cucina, fu incaricato di preparare suntuosi banchetti per ospiti italiani e stranieri, dove ebbe la possibilità di presentare i suoi favolosi dolci ghiacciati, nati da elaborazioni personali e certamente superiori a quelli fino ad allora prodotti.
Questi gustosi dessert erano a base di zabaione e frutta, ed ebbero un successo strepitoso, dando origine alla famosa “crema fiorentina” o “gelato buontalenti” che ancora oggi si può gustare in tutte le migliori gelaterie, soprattutto a Firenze.

cremafiorentina

 

 

Liberamente tratto da:
“Scienza e tecnologia del gelato artigianale” di Luca Caviezel

Il gelato al Gusto d’Oriente atterra a Pisa con Qatar Airways

Qatar Airways, compagnia aerea di fama mondiale, inaugura quest’estate l’apertura della nuova tratta Pisa-Doha. Per festeggiare questo nuovo traguardo con i cittadini e con i turisti della toscana, la compagnia di voli offrirà un gusto di gelato ispirato ai sapori del Medio Oriente presso le gelaterie Rufus a Pisa e My Sugar, a Firenze, dal 22 al 26 luglio. Anche coloro che transiteranno presso l’aeroporto Galileo Galilei dall’1 al 3 agosto potranno gustare il Gusto d’Oriente presso il chiosco esterno della gelateria World Gelato Roma.

13754175_1231749310177320_5810957694649876039_n

Morena Bronzetti, Country Manager di Italia, Svizzera e Malta per Qatar Airways  spiega così la scelta di questa gustosa iniziativa: “Per celebrare la nostra nuova base italiana abbiamo realizzato un’iniziativa che unisce la tipica tradizione italiana, quella del gelato, con i sapori mediorientali. Allo stesso modo, la rotta collegherà la Toscana alle oltre 150 destinazioni del nostro ampio network globale”.

image98

Ed è l’impegno e l’attenzione rivolto alla Toscana che hanno portato alla nascita dell’hashtag #TuscanyTogether, con il quale i consumatori del gusto Oriente sono invitati a postare una foto sui social. Ma l’attenzione di Qatar Airways per una rotta importante come Pisa emerge non solo da questa iniziativa, che è la punta dell’iceberg. Infatti per promuovere la campagna “Going Places Together”, Qatar Airways propone una campagna outdoor all’aeroporto di Pisa e una station domination a Firenze Santa Maria Novella. Inoltre sono state coinvolte anche le stazioni radio RDF, Radio Toscana e Lady Radio.

La nuova tratta Pisa-Doha verrà inaugurata il 2 agosto e verrà percorsa dall’Airbus A320. Il numero di voli settimanali di Qatar Airways sull’Italia passerà così a 42.

 

 

Gelateria De’ Coltelli: una garanzia di qualità e passione

Durante le ultime due settimane numerosi riviste e critici gastronomici si sono riuniti per confrontare le proprie opinioni a proposito dei candidati e del possibile vincitore del premio Miglior Gelateria 2016 di La Repubblica.

Tra i favoriti, nella top ten, troviamo la Gelateria De’ Coltelli di Pisa, famosa per la qualità e l’attenzione posta nella sua produzione di gelato artigianale,  esclusivamente a base d’ingredienti di stagione. La passione che il titolare Gianfrancesco Cutelli trasmette nel suo gelato gli è già valsa il premio Miglior Gelateria Italiana 2015 della classifica di Dissapore.  Sicuramente due attestati che gratificano il lavoro della Gelateria De’ Coltelli e mostrano quanto sia apprezzata non solo dai clienti, ma anche da gelatieri ed esperti del settore. Ora scopriamo cosa rende questo gelato così unico e apprezzato.pisa-movida-gelato-a-de-coltelli

A svelarlo è il titolare che della qualità e della stagionalità ha fatto la bandiera della sua gelateria. Infatti dietro quelle fantastiche vaschette esposte nella sua gelateria c’è un’attenta selezione di materie prime del territorio toscano. Nasce ad esempio il gusto “A Serena“: crema con ricotta di pecora, miele di spiaggia e pinoli, tutti questi ingredienti sono rigorosamente biologici e provenienti dal Parco di San Rossore.  cutelli_gianfrancesco_decoltelli

Grazie alla conoscenza dei prodotti e all’abilità nel trasformarli in cremose esplosioni di sapore, Gianfrancesco Cutelli può proporre ai suoi clienti piccole prelibatezze ed sperimentazioni gastronomiche, come avvenne qualche anno fa quando produsse per tre settimane consecutive un gusto con le albicocche fornitegli dalla facoltà di Scienze Agrarie dell’Università di Pisa. Ogni settimana gli venivano consegnate albicocche con un diverso punto di maturazione e perciò ogni 6/7 giorni, pur essendo la stessa ricetta, il gusto del gelato subiva leggere e piacevoli variazioni. Ma questo è solo un esempio di tutti i gusti che vengono prodotti esaltando le qualità dei prodotti forniti da produttori locali.Gelateria-De-Coltelli_restaurants_in_pisa2

Gianfrancesco Cutelli ha dato una nuova prospettiva al modo di fare il gelato e, dopo l’apertura del secondo punto vendita nel 2012 a Lucca, manifesta il desiderio di volersi confrontare con piazze importanti con Londra, Parigi o Dubai, visto anche il successo che ha già riscosso con clienti rilevanti provenienti dall’estero. Infatti l’anno scorso il gelato De’ Coltelli ha ricevuto apprezzamenti da niente meno che dallo Sceicco Hamdan bin Mohammed Al Maktoum.