Come riconoscere il gelato vegano.

Riconoscere un gelato vegano non è sempre semplice, molte volte diamo per scontato che, per esempio, i gusti alla frutta siano tutti vegani.

Invece molti produttori, per aumentare la cremosità che piace proprio al cliente finale, aggiungono del latte rendendolo non adatto ai vegani.

Con l’aumento della percentuale di persone  vegane nel nostro paese anche i produttori di gelato hanno iniziato ad adattarsi, sperimentando nuove combinazioni per rendere questo particolare gelato perfetto ed invitante per tutti,  vegani e non.

Ma voi sapete cosa rende vegano un gelato?

strawberry-ice-cream-2239407_1280

In primis non deve essere utilizzato uno degli ingredienti più frequenti nei gelati, il latte. Questo viene sostituito dai latti vegetali, quello di soia e di riso tra tutti ma anche quello di mandorla.

Non devono essere utilizzate uova, che vengono sostituite da altre proteine vegetali come l’inulina o le proteine dei legumi.  Per emulsionare, simulando l’effetto delle uova, si usa la lecitina di soia e di girasole.

In generale, oltre ai latti vegetali, il gelato vegano può avere una base d’acqua e addirittura d’olio extra vergine d’oliva come parte grassa.

Il gelato vegano è sicuramente molto più leggero e digeribile del gelato classico, non contenendo proteine e grassi animali ed è anche più sostenibile.

Alcuni gusti sono avvantaggiati per natura. Lo sapevate che per esempio il gusto nocciola è cremosissimo perché questo particolare alimento è composto al 50% di oli? Ecco perché il gelato riesce ad essere cremoso anche senza la presenza di latte!

Il gelato vegano esiste da sempre, semplicemente non veniva chiamato in questo modo. Pensate ai gelati adatti alle persone con intolleranza al latte, che venivano fatti cercando di renderli il più leggeri possibile senza rinunciare al gusto.

Siamo sicuri che ognuno di voi ha assaggiato un gusto di gelato vegano almeno una volta nella vita!
E magari non avete nemmeno notato la differenza.
Questo per dire che, tra gelato vegano e non, la differenza è veramente poca.

Il gelato è una gioia sempre e deve essere una gioia per tutti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>