Archivi del mese: maggio 2015

Gelato wellness – Bambini piccoli gelatieri per un giorno.

il gelato wellness

 

Con Fugar, Wellness Week approda a Villa Verucchio con l’evento “Il Gelato Wellness“.
Oltre 200 bambini diventeranno dei piccoli gelatieri per un giorno.

Prosegue con successo la Wellness Week, la Settimana del Benessere e dei Sani Stili di Vita promossa da Fugar e Wellness Foundation.
L’azienda leader nella produzione di ingredienti composti di Alta Qualità per gelateria e pasticceria con sede produttiva a Verucchio ha sempre sostenuto le attività locali ed ha quindi organizzato con entusiasmo l’evento “Il Gelato Wellness”.

Grazie alla proficua collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Verucchio, il 25 e 26 Maggio gli alunni di IV e V elementare hanno assistito con grande interesse alla lezione sulla sana alimentazione; venerdì 29, invece, è il momento di recarsi in Piazza Europa a Villa Verucchio per cimentarsi nella realizzazione del gelato con la frutta da loro portata.

Tutti i partecipanti potranno assaggiare gratuitamente il gelato realizzato con la frutta portata dai piccoli alunni, oltre che con quella offerta da Almaverde Bio e Solarelli.
Saranno realizzati gelati biologici con materie prime certificate e gelati ólvi, senza latte e ingredienti di origine animale, adatti agli intolleranti al lattosio, vegani e a tutti coloro che scelgono una dieta equilibrata.

Il programma sarà arricchito da attività fitness offerte dal Centro Just Fitness di Villa Verucchio.

Inoltre prende vita un’iniziativa solidale: grazie alle offerte raccolte in piazza, Fugar acquisterà un attrezzo per la palestra della scuola.

In caso di maltempo l’evento si svolgerà presso l’ex Teatro parrocchiale – sala Romagna Mia – in Via Casale, Villa Verucchio.

Gelato a primavera – festa del gelato artigianale e del latte fresco. Arriva la 30esima edizione

 

locandina_def-682x1024

E’ iniziata ieri 25 maggio, la Festa del Gelato artigianale e del latte fresco – “Gelato a Primavera”, organizzata dall’Associazione Italiana Gelatieri insieme al Comitato Italiano per la valorizzazione del Gelato Artigianale (famoso il primo marchio di “autenticità” con la “G” con la mucca Gelsomina esposta in molte gelaterie italiane nonché sulla cartolina della Festa).
L’appuntamento, giunto alla sua 30^ edizione, è divenuto un evento tradizionale per i gelatieri e per le scuole che con grande affezione continuano la promozione e valorizzazione del gelato artigianale italiano, prodotto esclusivamente con latte fresco.
La macchina organizzativa di via del Circo Massimo ha consegnato le cartoline e le locandine: “Ricordo con piacere quando, nel lontano 1986, presi parte in prima persona alla timbratura delle cartoline da consegnare alle scuole – dichiara Claudio Pica, Segretario dell’Associazione Italiana Gelatieri – oggi sono felice di vedere confermato il costante successo della manifestazione che continua a dare gioia a tantissimi bambini”. Visto il successo delle scorse edizioni e in occasione del trentennale della manifestazione, l’Associazione Italiana Gelatieri ha incrementato il numero delle gelaterie partecipanti regalando 18mila coni in più rispetto alla scorsa edizione.
Inoltre, con lo slogan di quest’anno “E’ buono e dona un sorriso” l’Associazione Italiana Gelatieri dà il via alla collaborazione con l’Associazione Italiana per la lotta al Neuroblastoma onlus che sostiene la ricerca per la cura dei tumori infantili.
La bontà della manifestazione ha permesso che non mancasse mai il sostegno delle istituzioni, confermato anche per l’edizione 2015 sia con il patrocinio dell’Assessorato a Roma Produttiva, concesso dall’assessore Marta Leonori, che dell’Assessorato alla Scuola, nella persona di Paolo Masini.
Con l’aiuto e la partnership di prestigiose aziende del settore (Fattoria Latte Sano, Sigep-Rimini Fiera, Gelimont, Carpigiani University, Caffè Morganti, Omab Concessionaria Carpigiani-Roma e GIACON Arredamenti), la “Festa del Gelato a Primavera” si conferma l’appuntamento più importante a Roma per il gelato artigianale ma anche uno dei più rilevanti a livello nazionale. Cosa prevede l’iniziativa? Con la cartolina, i bambini potranno andare in una delle gelaterie che hanno aderito ed avere un gelato gratis.
Ricorda il Presidente dell’Associazione Italiana Gelatieri Alberto Pica: “A quei tempi non c’erano i computer e il grafico fece tutto a mano, ma non ci fu bisogno di altro. Così partì la nostra avventura e pochi avrebbero creduto che potesse arrivare a compiere trent‘anni”.

Arriva Hellofood nel mercato della consegna del cibo a domicilio

 

Pizzabo diventa Hellofood

Domicilio un mercato prezioso”  questo il titolo del  ProntoGelato magazine numero 4 che solo qualche settimana fa ha dedicato al suo interno uno speciale riguardante questo nuovo business che è lo specchio del recente cambio di abitudini dei consumatori. Le attività che utilizzano il servizio di consegna a domicilio sono cresciute in un anno, dal 2013 al 2014, del 60% a fronte di questa crescita c’è un altro dato importante: solo l’1,23% è lo spazio occupato nel mercato su un totale di  312.000 attività del settore food. Molte aziende estere decidono di sbarcare in Italia per prendersi il proprio spazio e raccogliere il bisogno crescente dei consumatori di farsi arrivare a casa i propri piatti preferiti.

Anche il panorama italiano vede la presenza di giovani e brillanti realtà.  La notizia di oggi sabato 21 maggio vede protagonista Hellofood una start up alla conquista del cibo a domicilio nella capitale. Questa non è altro che la conseguenza della crescita di Pizzabo, l’azienda bolognese fondata da Christian Sarcuni e Livio Lifranchi che, dopo l’acquisizione da parte del colosso berlinese Rocket Internet, cambia nome e veste al sito internet mantenendo le stesse modalità di ordinazione a cui tutti gli utenti del servizio si sono abituati.  Si sceglie il locale dove ordinare in base al proprio indirizzo, si fanno le ordinazioni e si può pagare online, potendo misurare la qualità dei prodotti e dei piatti in base ai giudizi di chi ha già provato l’esperienza. Semplice, veloce, una modalità di consumo del pasto che sfrutta  le potenzialità delle nuove tecnologie in rete ma che crea anche momenti di aggregazione tra le persone che si ritrovano per mangiare insieme e soprattutto si generano nuovi posti di lavoro in un mercato in crescita.

Tra le star up italiane in questo settore figura anche ProntoGelato  come prima in Italia nella consegna del gelato artigianale a domicilio. Quante volte hai desiderato ricevere a casa quello che più desideri mangiare? C’è chi si fa in quattro per soddisfare questo desiderio.

Castelsardo, tre giornate per gli studenti in un vero e proprio laboratorio di “gelato artigianale”.

 

08052015230056

Gli studenti di Castelsardo vanno a lezione in gelateria

Il tema dell’alimentazione nel periodo dell’ Expo Milano è divenuto centrale nei programmi di questo anno scolastico che si avvia a conclusione. A Castelsardo, gli insegnati, hanno pensato di associare la teoria alla pratica, dedicando tre giornate alla visita di un vero e proprio laboratorio di “gelato artigianale”.

Il progetto prevede il processo di produzione di questo prelibato dolce in tutte le sue sfaccettature.

Le lezioni, tenute presso la “Gelateria 104” di Valledoria, una delle più rinomate del Golfo dell’Asinara, sono state molto apprezzate dagli alunni delle terze classi dell’istituto comprensivo “Eleonora D’Arborea” di Castelsardo”.

All’interno del laboratorio, gli studenti, affascinati dall’argomento, hanno seguito con attenzione tutto il processo produttivo, mentre il gelataio Nicola Piana, in veste di docente, ha mostrato tutti i passaggi fondamentali, che trasformano le materie prime nel cremoso prodotto dolciario. “E’ stato un grande piacere per me ospitare queste lezioni in laboratorio – afferma il gelataio – e mi pare che anche i ragazzi abbiano apprezzato ed oggi siano maggiormente in grado di riconoscere un buon gelato artigianale”.

Guinness mondiale, brioche ripiena di gelato di oltre 30 metri alla festa del gelato 2015.

Dopo il grande successo dello scorso anno è tornata a Piacenza la Festa del Gelato Artigianale, che per tutto il pomeriggio di domenica 17 Maggio ha animato Piazza Cavalli.

A promuovere l’iniziativa l’Associazione dei Gelatieri Artigiani Piacentini, che si propone di diffondere la cultura del gelato artigianale e promuovere e divulgare la conoscenza del prodotto dalla preparazione fino alle proprietà dello stesso per una maggiore cultura alimentare.

Presenti 10 Gelaterie Piacentine, ciascuna delle quali ha proposto diverse specialità. Allestito un vero laboratorio di produzione artigianale che ha visto all’opera Melania Laveni. Per i più piccoli, dopo aver fatto merenda con un buon gelato, divertimento sui giochi gonfiabili e la possibilità di fare sosta presso lo stand di Jungle Village e farsi truccare con tanti colori.

 

Le 10 gelaterie artigianali presenti hanno dato sfoggio delle loro abilità non solo in termini di qualità ma anche di spiccata originalità e inventiva. Oltre 800 chili di gelato distribuiti tra gusti tradizionali e novità.

 

Alla Festa del gelato è stata realizzata la brioche più lunga del mondo. In piazza Cavalli è andata in scena la kermesse che ha invaso il centro storico cittadino per il compleanno 151 dalla Croce Rossa. Il record è stato battuto e ora si attende solo il responso della giuria del Guinness dei primati per festeggiare di nuovo. La brioche, di oltre trenta metri è stata realizzata dall’associazione Gelatieri piacentini in collaborazione con i panificatori piacentini.

 

Oltre 30 metri di delizia hanno invaso i portici di Palazzo Gotico, prima che l’opera di pasticceria venisse tagliata in tante fette e distribuita al pubblico in festa. Piacenza ha risposto alla grande al richiamo della Festa del Gelato.

 

La brioche è lunga 30 metri e 10 centimetri, alta 11 centimetri e sono stati necessari 100 chili di farina, 50 di burro, 50 di zucchero e 2mila uova, mentre per il gelato 40 litri di latte, 20 di panna, 20 chili di zucchero e 5 chili cacao. E ora si spera di aver seguito adeguatamente la procedura, visto che l’unica citazione di una brioches del genere nel Guinness dei primati registra un’analoga produzione ma di soli 20 metri. “Un grande risultato, una quantità di materie prime e una settimana di lavoro – spiega Alberto Sala presidente dell’Associazione Panificatori Piacentini – abbiamo assemblato 50 pezzi di veneziana con la classica forma a treccia farciti di gelato al cioccolato. Inizialmente pensavamo di fare una brioche di 2 metri – ha aggiunto divertito Vincenzo Nipani dell’Associazione Gelatieri Artigiani – poi ci siamo lasciati prendere la mano e abbiamo puntato al guinness.

La brioche più lunga del mondo al gusto più cardio protetto del mondo – ha sottolineato la dietista Monica Maj spiegando durante il pomeriggio le proprietà organolettiche del gelato e dei vari gusti. II cioccolato con il suo componente principale il cacao- ha detto- ha proprietà di protezione cardiovascolare e migliora anche il tono dell’umore. Durante i laboratori artigianali Melania Laveni ha raccontato la storia del gelato seguita dalla preparazione e illustrazione del ciclo di produzione artigianale.

 

Momento più atteso il taglio della Brioche ripiena di gelato da Guinnes dei Primati prodotta dall’Associazione dei Panificatori in collaborazione con l’Associazione dei Gelatieri Artigiani Piacentini. Una gustosissima delizia lunga ben 30 metri, in grado di classificarsi come la brioches di gelato più lunga del mondo.

Festa-gelato-guiness8

Festa del gelato, Guinness raggiunto con la brioche di oltre 30 metri Festa-gelato-guiness Festa-gelato-guiness1 Festa-gelato-guiness2 Festa-gelato-guiness3 Festa-gelato-guiness4 Festa-gelato-guiness5 Festa-gelato-guiness6 Festa-gelato-guiness7 Festa-gelato-guiness9 Festa-gelato-guiness10 Festa-gelato-guiness11 Festa-gelato-guiness12 Festa-gelato-guiness13

Gelateria Rufus segnalata da Slow Food

 

Gelateria Rufus segnalata da Slow Food in questa nuova guida, come gelateria d’eccellenza verso un mondo sempre più buono, pulito e giusto.

Gelateria Rufus Slow Food

 

La Gelateria Rufus è diventata un importante punto di riferimento e di ritrovo a Pisa per tutti gli amanti del gelato artigianale di alta qualità. Infatti già diversi giornali hanno dedicato articoli alle iniziative della Gelateria Rufus, evidenziandone la tendenza verso una sempre maggiore ecocompatibilità.

 

Una delle gelaterie più buone a Pisa centro, tra le specialità spicca il gusto fiordilatte, lo yogurt soft ben bilanciato e un pasto sostitutivo a base di macedonia con gelato e/o yogurt, servito nella maxicoppa.

Ancora una volta ProntoGelato seleziona le migliori gelaterie artigianali per offrire un servizio di qualità.

Ordina il gelato artigianale a Pisa su: www.prontogelatosrl.it

Gelato buono come il pane? Scoppiano le polemiche per il gelato al pane di Ferrara…

Gelato al pane di Ferrara

 

Il lavoro artigianale vede ogni anno una miriade di nuovi gusti di gelato per cercare di carpire sempre nuove esigenze da parte della clientela.

L’argomento cibo però fa ancora discutere molto e vede molte opinioni contrastanti.
Soprattutto a Ferrara se di mezzo c’è il prodotto principe, la ciupètà, che finisce in una delle delizie più amate: il gelato.

Tra mille gusti arriva anche il gelato al Pane di Ferrara, la ‘ciupeta’, la coppia ferrarese a marchio Igp.

Sul gelato al pane di Ferrara sono molte le impressioni raccolte sul web, dove c’è chi lo trova irresistibile, e chi invece vede in questa combinazione non eccezionale.

Il pane, in genere, grazie alla sua versatilità, si presta per preparare un gelato artigianale dal sapore del pane fresco di giornata e dai golosi abbinamenti tipici della tradizioni… Voi che ne pensate?

 

Intanto a Ferrara c’è chi già sta lavorando per un nuovo gusto a sorpresa

E tu che ‪gelato‬ mangi?

test-psicologico3

Cioccolato, vaniglia, fragola, menta, caffè, nocciola, biscotto, tè verde o pistacchio? Questi sono solo alcuni dei gusti  dei gelati artigianali più richiesti che possono svelarti qualcosa della tua personalità.

Fragola: scelta solitamente da persone coraggiose a cui interessa poco ciò che gli altri pensano.

Vaniglia: sei una persona che ama questo gusto e magari non lo abbina mai a nient’altro? Sei un po’ banale, prevedibile e temi i cambiamenti.

Cioccolato: chi prende questo gelato è intelligente, bello e amato e spesso ha molto successo nella vita.

Caffè: è il gusto scelto da chi è rilassato, vive tranquillamente e sembra non risentire dello stress.

Nocciola: se scegli questo gusto sei molto probabilmente una persona che ama i sapori di un tempo ed è piuttosto anticonformista.

Pistacchio: è il gelato scelto da quegli individui sofisticati e altezzosi che difficilmente passano inosservati.

Biscotto: il mix di crema e pezzi di biscotti viene mangiato da chi ama leggere.

Tè verde: è il gusto delle persone apparentemente calme che però nascondono dei tratti esplosivi.

gelato

Con ProntoGelato, adesso puoi ordinare il #gelato artigianale a domicilio direttamente a casa tua!
Ordina ora su: www.prontogelatosrl.it

A Maranello il “Gran Premio del Gelato Artigianale”

Il Comitato del Comune di Maranello organizza il primo Gran Premio del Gelato Artigianale Città di Maranello per promuovere e valorizzare i prodotti tipici modenesi.

gelato_artigianale

Il concorso sarà rivolto a produttori di gelato artigianale con attività presenti nei comuni del Modenese.

 

I campioni di gelato artigianale presentati dalle gelaterie concorrenti saranno numerati e sottoposti all’assaggio da commissioni composte da degustatori appassionati e assidui consumatori di gelato artigianale e valutati attraverso un punteggio in centesimi tramite una scheda appositamente approntata che tiene conto delle caratteristiche di un buon gelato artigianale quali: aspetto, colore, sapore, cremosità, qualità ecc.

 

Ogni campione verrà valutato da almeno tre commissioni di assaggio ognuna composta da tre degustatori ed il punteggio totale risulterà dalla media aritmetica. Saranno premiate le prime cinque Gelaterie che otterranno i punteggi più alti, tutte le altre saranno considerate seste a pari merito. A tutte le gelaterie partecipanti sarà rilasciato un diploma di partecipazione.

 

Il 29 Maggio verranno valutati i campioni delle gelaterie concorrenti e  giorni successivi a Giugno ci sarà la premiazione dei vincitori.

Rigoletto, l’unica gelateria artigianale presente al Padiglione Italia di Expo Milano 2015

GelatoExpo

 

Con i primi giorni di sole, per le vie di Milano torna protagonista il gelato. Non fa eccezione il Padiglione Italia di Expo 2015.

Si poteva scegliere un frutto, in questo caso la fragola, per salutare l’inaugurazione di Expo, ma siccome la prima della quattro potenze del nostro Paese è il “saper fare”, la frutta l’abbiamo cercata nel prodotto trasformato che più rappresenta l’Italia nel mondo: il gelato.

Tra le straordinarie gelaterie artigianali che hanno aperto negli ultimi cinque anni, siamo andati a cercare proprio quella che ha vinto la gara per rappresentare il gelato all’Expo.
Non è un nome di grido, non è un’industria, ma una semplice gelateria di quartiere che fa le cose per bene tanto da rappresentare l’Italia del gelato nel mondo.

A Expo spicca quindi Rigoletto, la gelateria di quartiere che ha vinto la gara per rappresentare il buon gelato artigianale all’Expo.

 

RigolettoNon è di certo la classica gelateria industriale ma una piccola realtà, una gelateria di quartiere il cui staff conosce personalmente il cliente e propone solo gelati nati da materie prime di eccellenza.

La piccola gelateria di Antonio Morgese, che ad oggi ha quattro punti vendita sempre dislocati in zone non “in” di Milano, proporrà un percorso attraverso le regioni italiane creando un gusto di gelato diverso ogni settimana: dalla nocciola del Piemonte, al pistacchio di Bronte al gusto insolito al Gorgonzola toccando tutta la ricchezza gastronomica italiana.

Rigoletto è un brand molto noto a Milano. Presente dal 1997 con la prima gelateria artigianale in via San Siro, oggi conta quattro store e più un punto vendita itinerante.
Per l’occasione, durante i sei mesi, verranno proposti più di 30 gusti studiati appositamente per l’esposizione universale, tutti realizzati con ingredienti di qualità secondo la filosofia di Rigoletto. Inoltre, i gusti conterranno prodotti rappresentativi del Made in Italy, tra cui molti ingredienti Dop e Igp, come il pistaccio di Bronte e la nocciola del Piemonte o la meno nota nocciola Mortarella Campana. 

Antonio Morgese, titolare di Rigoletto, unica gelateria artigianale presente a Padiglione Italia, ha offerto alle tre scolaresche dell’asilo Collodi di Novate Milanese una coppetta di gelato artigianale “italiano”. I “mini-visitatori” hanno così festeggiato la loro visita all’Expo cogliendo un’occasione unica alla scoperta della corretta alimentazione, apprezzando gusti, sapori e ingredienti trasformati in un’eccellenza tipica del gelato artigianale.

In occasione di Expo a conferma dell’attenzione che Rigoletto ha verso i più piccoli, Il dolce buono salutare artigianale costa solo 2€ per i bambini sotto i 12 anni.