Archivi del mese: aprile 2015

Tv ed Expo Milano 2015

expoMilano2015

Cosa vedremo in tv Expo Milano 2015

Perché “perdere una giornata” alla scoperta del cibo italiano, visto che è quello che conosciamo meglio?

Buona domanda.

Il cibo italiano, però, non è mai una perdita di tempo…

Occasione ghiotta per fare il punto sui grandi nomi della cucina di casa nostra, magari anche per scoprire un vitigno autoctono di cui ancora non avete sentito parlare, ma anche solo per capire come il mondo del food italiano ci tiene a farsi bello all’estero.

In tv ci saranno tanti programmi e approfondimenti sulla fiera per chi sarà impossibilitato ad andare…

Dal primo maggio al 31 ottobre 2015 l’Italia ospiterà Expo Milano 2015:

“Nutrire il pianeta, energia per la vita” sarà il tema al centro dell’Esposizione Universale e alimentazione e nutrizione saranno il filo conduttore di tutte le iniziative in programma.

Per celebrare questa grande inaugurazione, il venerdì televisivo si accende con l’offerta speciale di Focus (digitale terrestre free canale 56 | Sky canale 418) interamente dedicata al tema del cibo, protagonista indiscusso della manifestazione espositiva. La Maratona “La scienza del cibo”, in onda proprio venerdì 1 maggio, regala prospettive inedite sul tema, raccontandone gli aspetti più curiosi e meno noti. Si parte dalle ore 13:30 con la programmazione dei nuovi episodi della serie cult “Come è fatto il cibo” (Food Factory, Cineflix, Canada 2014), che in questa stagione si focalizzeranno su temi legati allaproduzione di particolari gusti di gelati, su l’utilizzo della frutta secca come mandorle e noci per nuovi tipi di barrette energizzanti, sulla realizzazione industriale di salse wasabi e mostarde, su alcune miscele di frutta per frullati, sulle ispirazioni caraibiche di alcuni dolci al rum, cocco e cioccolato, su varietà di pasta e risotti all’italiana. Per scoprire cosa si nasconde dietro ricette provenienti da tutto il mondo: dalle materie prime utilizzate, fino ai processi di confezionamento per essere immesse sul mercato. In serata si prosegue con il documentario “Le autostrade del cibo” (Food Super Highways, 1×60’, BBC, Inghilterra 2010) alle ore 20:25, in cui verrà raccontato tutto sulla fitta rete di collegamenti e vie di trasporto del cibo, che ogni giorno mettono in comunicazione ogni paese del mondo. Un incessante flusso di energia, regolato da uomini, mezzi e tecnologie avanzate, che ha come obiettivo far arrivare nei tempi giusti, prodotti alimentari in ogni singolo supermercato o negozio del pianeta.
Potrete godervi in compagnia gli approfondimenti in tv sull’Expo Milano 2015 gustandovi il gelato che preferite!

Il ‪gelato è amato da tutti perché è buono e dà ‪piacere, è un prodotto che accomuna, unisce ed è socializzante.

Ognuno può scegliere il suo, secondo il gusto, e consumarlo in compagnia.

Ordina direttamente a casa tua su: www.prontogelatosrl.it

Gelato Festival edizione 2015

Gelato Festival 2015
Gelato Festival 2015

 

Dal 30 aprile al 4 ottobre si svolgerà, con il patrocinio di Expo 2015, il Gelato Festival 2015, l’appuntamento ormai consueto con la creatività dei maestri gelatieri, l’innovazione della tecnologia di produzione e l’alta qualità degli ingredienti utilizzati per uno dei dolci più amati.

L’evento nasce nel 2010 a Firenze con l’idea di celebrare le origini fiorentine del gelato, creazione attribuita a Bernardo Buontalenti a servizio dei Medici nel 1559, e di farle conoscere in tutto il mondo, così come fece Caterina nel Rinascimento andando in sposa in Francia ad Enrico II di Valois.

La manifestazione riunirà oltre cento gelatieri pronti a sfidarsi in gare di creatività a suon di gusti nelle più belle piazze del continente.

Il tour del Gelato festival 2015 toccherà tutta Italia. La kermesse sarà a Firenze, a Roma, aTorino, a Milano, a Catania, a Bari, a Riccione, a Viareggio, facendo capolino addirittura nella città di Amsterdam, dal 9 al 12 luglio, per una tappa europea nei Paesi Bassi.

Il Gelato Festival, nato per la prima volta a Firenze nel 2010, sarà un’ottima occasione anche per coloro che giungeranno in Italia per visitare Milano e l’Expo. La manifestazione sarà infatti nel capoluogo lombardo sia dal 28 maggio al 7 giugno che dal 3 al 13 settembre.

In onore dell’Esposizione Universale, Gelato Festival 2015 dedicherà a Expo un gusto ad hoc firmato dai direttori tecnici dell’eventoAntonio Mezzalira e Giorgio Zanatta. Sarà un gusto a base di acqua e frutta per gli intolleranti al latte che riprenderà i colori del logo di Expo 2015.

I gelatieri coinvolti, per quasi cento giorni, potranno essere osservati all’opera grazie a laboratori mobili “a vista” nei quali i concorrenti prepareranno i gusti per quella che sarà la più importante vetrina per il gelato “made in Italy”.
Le parole chiave dell’edizione 2015 saranno qualità, freschezza, genuinità, tracciabilità e chilometro zero, infatti i gelati saranno creati partendo dalla tradizione gastronomica di ciascuna zona della Penisola, esaltando le caratteristiche dei prodotti a filiera corta.

Gelato Festival si trasforma in una mostra itinerante che in tutta Europa racconterà il gelato all’italiana, la sua invenzione, gli ingredienti di qualità, la produzione e la cultura che questo settore rappresenta.
Quest’anno, in occasione del Gelato Festival, verrà presentato il gusto del Papa, composto da crema chantilly, salsa al dulce de leche e gianduia.
Tra i gusti più strani in gara al Gelato Festival 2015, vi sono quelli al pomodoro pachino, alla bottarga e all’olio d’oliva.

Il gelato come alleato della linea. Ci credereste mai?

Il programma settimanale del nutrizionista per perdere due o tre chili in pochi giorni.

Il nutrizionista Pietro Migliaccio, presidente della Società italiana di alimentazione, ha messo a punto una dieta con la quale è possibile perdere due o tre chili in pochi giorni. 

Gelato-2-535x300

«Il gelato è troppo spesso criminalizzato – spiega Migliaccio – invece è un alimento dalle tante qualità, che anche psicologicamente aiuta ad affrontare meglio una dieta. L’importante è mangiarlo come alternativa al pasto tradizionale e non aggiungerlo a primo e secondo come dessert. Il gelato è prodotto con latte, uova, zucchero, più caffè, cacao o frutta, tutti alimenti dotati di un buon valore nutrizionale. Mangiando una coppa alla crema, per esempio, introduciamo proteine di alto valore biologico, grassi di qualità, glucidi a rapido assorbimento e a pronta disponibilità energetica come lattosio e saccarosio. Buono è anche l’apporto di vitamine, A e B2, e di sali minerali, come calcio e fosforo. Se poi aggiungiamo un paio di cialde o un biscotto, che sono a base di cereali, la composizione nutrizionale del pasto si arricchisce di amido».

 

Nel programma settimanale non sono indicate con precisione le quantità di gelato ma le porzioni, tenendo presente che una pallina pesa circa 40 grammi e che l’apporto calorico per 100 grammi di alimento può variare dalle 140 alle 300 calorie a seconda del gusto (nocciola, crema e cioccolato quelli più calorici). La dieta da 1200 calorie al giorno, e che va seguita una settimana, prevede che se ne mangi una porzione al giorno, al posto del pranzo o della cena. Non ci sono altri dolci in aggiunta se non qualche ghiacciolo come snack. «Il gelato è amato da tutti perché è buono e dà piacere – commentano dall’IGI Istituto del Gelato Italiano – Ognuno può scegliere il suo, secondo il gusto, e consumarlo in compagnia. Inoltre è un prodotto facilmente disponibile, soprattutto quando si parla di quello confezionato, igienicamente sicuro ed equilibrato dal punto di vista nutrizionale».

Gelato: Amate i gusti classici o vi piace sperimentare?

Se siete curiosi di provare sapori nuovi sarete entusiasmati dei gusti più strani che si possono trovare in Italia.

gelati più strani

L’estate 2015 è dietro l’angolo e insieme ad essa arriveranno i vestiti colorati, i pantaloncini, il mare, l’abbronzatura e, soprattutto, i gelati e tantissime novità soprattutto per il gelato artigianale.

C’è chi preferisce i gusti classici, chi adora le creme e chi opta per quelli alla frutta. Ma c’è chi ama sperimentare il rischio ed è per coloro che ogni anno gli artigiani del gelato si prodigano per trovare gusti nuovi. Per le persone che vogliono sperimentare hanno creato gusti molto particolari e strani in tutta la nostra penisola.

 

 

Ecco i gusti più strani in giro per l’Italia:

 

Birra

Hanno deciso di inventare il gelato alla birra che può conciliare i gusti di tutti e limitare le discussioni tra fidanzati . L’idea, in realtà, è arrivata dal Brasile ma ormai si è diffusa in tutte le gelaterie del Bel Paese.

Cocktail

Tra i gusti più raffinati c’è chi preferisce i Cocktail alla birra, quindi perchè non farne dei gelatiMojito, spritz, limoncello, prosecco e irish coffee sono i gusti che si potranno assaggiare questa estate.

Basilico e pesto

In Liguria il pesto è l’ingrediente base della cucina tipica. Sarà stata proprio la devozione per la tradizione ad ispirare i gelatai liguri che hanno creato il gelato al pesto, portando basilico e pinoli sui coni e le coppette degli amanti del gelato.

Basilico e limoni

Basilico e gelato sembra proprio un’accoppiata vincente. Se poi ci accostiamo anche il sapore dei limoni il piacere è assicurato. Questo innovativo gusto si è aggiudicato il premio “gelato più buono” nel 2014 nella rassegna “Gelati d’Italia” e ha fatto diventare famosa una gelaterie di Varese.

Ricotta e fichi

In quel di Napoli ad attirare l’attenzione dei golosi più curiosi potrebbe essere questo nuovo gusto che, a quanto pare, è veramente buono. In Friuli Venezia Giulia rilanciano con un gelato al gusto di sorbetto di fichi variegato alle noci.

Gelato dolce-salato

Se siete tra coloro che al dolce preferite il salato potreste apprezzare molto questi gusti:prosciutto di parma, olio d’oliva, pachino e bottarga. Ce n’è veramente per tutti.

Viola

Per viola si intende il fiore ed è un gusto che ormai è molto diffuso in Italia. Se vi state chiedendo che sapore possa avere un fiore non vi resta che provare.

Pizza

Il Bel Paese è spesso accostato al suo piatto più famoso ed è probabilmente per questo motivo che non si poteva non fare un gelato al gusto di pizza, nato nelle gelaterie del Salento e molto apprezzato dai turisti americani. Sempre i salentini hanno dato i natali ad altri gusti stravaganti, come il gelato alla patata e ai ricci di mare.

Cacio e pepe

Riprendendo la tradizione della cucina laziale nelle più prestigiose gelaterie romane potrete trovare il gelato gusto cacio e pepe. Gli ingredienti base sono, appunto, pepe nero e pecorino.

Durante le partite di calcio ordina il gelato con un click

Il gelato è un vero e proprio alimento, consumarlo implica un apporto non solo calorico, ma proteico, vitaminico e di sali minerali. In esso sono contenuti tutti i componenti di un pasto equilibrato, tra cui acqua, zuccheri, grassi, proteine, sali minerali e vitamine.

Il gelato artigianale può sostituire un pasto veloce apportando il giusto quantitativo calorico ed energetico da utilizzare in breve tempo (ideale per gli sportivi e per chi lavora) in modo naturale e genuino.

gelato, partite e amici
gelato, partite e amici

Adesso vuoi stupire i tuoi amici con un delizioso tocco di fantasia e bontà!

Puoi goderti una degustazione casalinga del gelato artigianale coniugata ad una bella serata tra amici e divertimento.

Alla TV è in programma la partita della tua squadra e vuoi godertela in compagnia dei tuoi più cari amici. Forse ti basterebbe sapere che puoi ordinare il gelato artigianale che preferisci comodamente dal divano di casa tua.

 

In occasione di partite di calcio, tornei organizzati o eventi particolari con ProntoGelato adesso puoi ordinare il ‪gelato di qualità direttamente a casa tua, il primo servizio in Italia del gelato artigianale a domicilio.
Prenota ora su: www.prontogelatosrl.it

Gelato Festival 2015 a Firenze in Piazza del Carmine

gelatofestival.jpg_1379307876

 

Firenze è la città dove è stato inventato il gelato, fu infatti il celebre Bernardo Buontalenti che nel Cinquecento servì alla corte dei Medici questa irresistibile crema fredda al miele che avrebbe deliziato il palato dei golosi di tutto il mondo nei secoli a venire.

Anche quest’anno il Gelato Festival torna a Firenze con degustazioni, corsi, show cooking e oltre duecento maestri gelatai da tutto il mondo che reinterpreteranno i gusti classici secondo la loro sensibilità. I loro prodotti saranno sottoposti al giudizio di una selezione di esperti di food e il voto del pubblico. Giuria tecnica e giuria popolare decreteranno il Miglior Gelatiere d’Europa nelle finali che si terrano sempre a Firenze ad ottobre.

Una golosa anteprima in vista dell’apertura ufficiale del festival che prende il via al piazzale Michelangelo dal 30 aprile al 3 maggio (maggiori informazioni su www.gelatofestival.it).
L’appuntamento di domenica è l’anteprima del tour più goloso dell’estate, giunto alla sesta stagione. Il festival vede protagoniste la creatività dei maestri gelatieri, l’innovazione della tecnologia di produzione e l’alta qualità degli ingredienti, la voglia di gelato in tutte le sue forme.
L’evento che partirà da Firenze, e toccherà tutta Italia ed Europa sbarcando per la prima volta in Sicilia e replicando la presenza nella grandi città quali Roma, Torino, Milano e Amsterdam, durerà fino al 4 ottobre prossimo.

Gelato Festival e Comune di Firenze insieme per un pomeriggio all’insegna della golosità per i più piccoli.

Dal 30 aprile al 3 maggio a Piazzale Michelangelo eventi golosi, corsi con i migliori maestri di tutta Italia e la gara per il Miglior Gelatiere d’Europa. L’appuntamento è domenica in piazza del Carmine, dalle 15,30 alle 18.

Algida, partner di questa iniziativa, occupa un posto speciale nel cuore e nella storia degli italiani, accompagnando le loro estati dal 1945. Proprio quest’anno in occasione del suo 70° anniversario, Algida ha deciso di festeggiare a Firenze omaggiando 2.500 golosissimi gelati a tutti i ragazzi under 12 che si presenteranno allo stand allestito da Gelato Festival nella piazza da poco restituita ai pedoni.

Gelato made in Italy a Miami: Latteria Italiana, atmosfera anni Cinquanta e sapori autentici.

Latteria Italiana. Un angolo di Italia a Miami

Latteria Italiana Miami

Sono tre ragazzi milanesi a tentare la conquista del mercato americano con il format della Latteria, che propone l’autenticità del gelato italiano con la garanzia di materie prime selezionate in un ambiente familiare che strizza l’occhio alle latterie degli anni Cinquanta.Il gelato italiano nel mondo.

Lasciati da parte i grandi nomi, c’è anche chi tenta l’avventura americana, forte di un prodotto di qualità, alla conquista della scena gastronomica di Miami. Loro sono tre giovani ragazzi di Milano,Antonio Carrozza, Marco Pavone e Francesca Pisano, imprenditori del gelato, che hanno scelto di portare un angolo di italianità nel quartiere di Midtown della metropoli statunitense, ricreando sì l’atmosfera di una tipica Latteria dal sapore vintage e familiare, ma frutto di un lavoro di attento recupero della tradizione, tanto nell’allestimento dello spazio quanto nella lavorazione del prodotto e nella selezione delle materie prime, fondamentali per la realizzazione di un buon gelato.

Il format della Latteria consente loro di spaziare tra i prodotti a base di latte e derivati, non solo gelato ma anche una proposta per pranzi veloci, spuntini e acquisto di specialità italiane, con una selezione di formaggi freschi e stagionati in arrivo dall’Italia, dal Parmigiano Reggiano al Pecorino Toscano, al Taleggio e altri prodotti made in Italy di difficile reperibilità in America.